Ciao grande KOBE

Riportiamo il saluto a Kobe, cresciuto con noi:

Original:

In Loving Memory: 
Kobe (Xavi del Conte Drago) 30/09/2012 – 20/03/2019

Farewell my friend, farewell…
finally I found the courage to go and get the autopsy report…
I still can’t believe it…
abdominal aortic aneurysm, I didn’t even know the existence of aneurysm on humans, figured on dogs…
I spent fabulous moments with you:
the IPO tests (always passed), the ztp test…
the korung who gone wrong but you were always cheerful and you made me peaceful…
events in the countries where you played and interact with strangers, with your solidity and serenity…

I’ve never seen you lose control but I saw you defend me when at night I found a stranger behind me in a remote place…

without teaching you anything, you were able to interact with children, people with disabilities, autism and, lately, with a guy who has awakened from a coma and a person suffering from down syndrome…
you helped people who were afraid of dogs, allowing them to play with you, to be with you…

wherever we have gone you have always been appreciated, both in Italy and abroad…

you were a GIANT, in every sense…
my GIANT…

even with your puppies you were doing an excellent job, giving them the right social rules…

farewell my friend, run free…

_____________________________________________________________________

Traduzione:

Addio amico mio, addio …
finalmente ho trovato il coraggio di andare a prendere il referto dell’autopsia…
Non riesco ancora a crederci…
aneurisma dell’aorta addominale, non sapevo nemmeno l’esistenza dell’ aneurisma sugli esseri umani, figurati sui cani…
Ho trascorso momenti favolosi con te:
le gare IPO (sempre passate), lo ztp…
la korung andata male ma tu eri sempre allegro e me l’hai fatta passare facilmente…
fiere e sagre in vari paesi dove hai giocato e interagito con degli estranei, con la tua solidità e serenità…

Non ti ho mai visto perdere il controllo, ma ti ho visto difendermi quando di notte ho trovato un estraneo alle mie spalle in un luogo sperduto…

senza insegnarti nulla, sei stato in grado di interagire con i bambini, le persone con disabilità, autistici e, ultimamente, con un ragazzo che si è risvegliato da un coma e una persona che soffre della sindrome di down…
hai aiutato le persone che avevano paura dei cani, permettendo loro di giocare con te, di stare con te…

ovunque siamo andati sei sempre stato apprezzato, sia in Italia che all’estero…

eri un GIGANTE, in tutti i sensi…
il mio GIGANTE…

anche con i tuoi cuccioli stavi facendo un ottimo lavoro, dando loro le giuste regole sociali…

addio amico mio, corri libero…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

conferma il modulo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.